Codificazione di progresso di cinema da alcolismo

In Cronaca - I 12 passi per uscire dal tunnel dell'alcol

Trattamenti di alcolismo in Arkhangelsk

Germania Cinematografia. Riscoperta dalla grande retrospettiva Prima di Caligari, presentata nell'11a edizione delle "Giornate del cinema muto" di Pordenonela produzione codificazione di progresso di cinema da alcolismo tedesca delle origini appare oggi di notevole interesse. Nelle trattazioni tradizionali, invece, si tendeva a far iniziare l'età dell'oro del cinema tedesco solo nel primo dopoguerra, e a occuparsi del periodo iniziale soltanto per rintracciarvi, in una continuità problematica, i segnali della grande stagione dell'Espressionismo: quegli aspetti legati al fantastico, codificazione di progresso di cinema da alcolismo morboso, al terrore, all'incubo, al doppio che comunque caratterizzano la seconda parte degli anni Dieci.

Durante la prima diffusione del fenomeno cinematografico, in G. In un mercato dominato dalla Francia con la Pathé Frères e la Gaumont, e soprattutto dalla Danimarca con la Nordisk Film Kompagni, questa fase primigenia fu dunque caratterizzata da prodotti anonimi che vertevano soprattutto su attualità, commedie musicali, numeri da circo, moda e scene erotiche. Tra le figure pionieristiche di primo piano, si deve innanzitutto menzionare quella di Oskar Messter, attivo a tutto campo nei vari rami della neonata cinematografia, in qualità di inventore della codificazione di progresso di cinema da alcolismo di Codificazione di progresso di cinema da alcolismo, regista, produttore e distributore: oltre ad aver creato dal dei videoclip ante litteram, i Ton-Bilder o Biophonbrevi filmati sincronizzati per quanto possibile con pezzi musicali suonati da un grammofono, sarebbe stato anche tra gli inventori del cinegiornale la Messter-Woche, preceduta di qualche mese dalla Eiko-Woche, apparve dall'ottobre regolarmente nei cinema del Reich con reportage della guerra.

In ambito più strettamente tecnico, bisogna invece ricordare le sperimentazioni di Guido Seeber: grande innovatore soprattutto per quanto riguarda riprese, illuminazione e allestimento del set ed effetti speciali ma anche regista di brevi film d'animazionefu incaricato, tra l'altro, della costruzione dei primi teatri di posa cinematografici a Babelsberg nel e divenne il primo cineoperatore tedesco di fama internazionale.

Di pari passo avveniva, come nel resto dell'Europa, la trasformazione dell'ambiente fisico del cinema: dalla rappresentazione ambulante delle fiere si passava a delle strutture fisse. I malfamati ex negozi del periodo del libero mercato lasciavano il posto a teatri eleganti, pensati per rassicurare un pubblico borghese: nacque il Kinopalast, capace di ospitare anche mille spettatori. Lo spettacolo, inizialmente composto di una decina di spezzoni diversi, alternati a numeri di varietà, si trasformava gradualmente in un'unica pellicola, lunga circa 45 minuti, e caratterizzata da una maggiore attenzione alla storia, anche per cercare di superare le obiezioni moralistiche del movimento dei Kinoreformer sui pericoli del nuovo medium e garantirne la rispettabilità, senza codificazione di progresso di cinema da alcolismo perdere la sua presa sul pubblico.

Si trattava di un prodotto dunque che coniugava le più ardite e spettacolari innovazioni tecniche a un plot avvincente ma ricco di riferimenti letterari.

I primi esempi di tale genere, il sorprendente Zweimal gelebt o il celebre Der Andereentrambi per la regia di Max Mack, segnarono un primo punto fermo nell'affermazione del linguaggio filmico in G. Contemporaneamente iniziava ad affermarsi il fenomeno del divismo, rappresentato per es.

Spesso diretta dal marito Urban Gad, la Nielsen, fin da AfgrundenL'abisso e poi in film come Der fremde VogelEngeleinVordertreppe und Hintertreppefu la prima attrice a creare uno stile di recitazione naturale che si differenziava notevolmente da quello istrionico-teatrale allora in voga, nonché a dare vita a un nuovo modello erotico femminile.

Insieme al proliferare delle case di produzione, spesso gestite dai registi di maggiore successo, si affermarono Richard OswaldJoe May, Franz Hofer, Joseph Delmont e il giovane Ernst Lubitschconosciuto ancora soprattutto come attore. Per quanto riguarda la struttura economica, si assistette al graduale fenomeno dell'assorbimento di molte piccole case di produzione, ma una vera e propria svolta codificazione di progresso di cinema da alcolismo ebbe nel dicembrequando nacque l' UFA Universum Film-Aktiengesellschaftla più grande officina artistica europea e per molto tempo l'unica vera concorrente delle majors hollywoodiane, che avrebbe dominato il mercato sino alla fine della Seconda guerra mondiale.

La sua caratteristica principale era di essere nata non tanto per far codificazione di progresso di cinema da alcolismo alla concorrenza capitalistica come era codificazione di progresso di cinema da alcolismo in altri Paesi, quanto da un'operazione economico-militare voluta 'dall'alto'. L'UFA era stata creata dalla fusione della DLG Deutsche Lichtbild-Gesellschaftfondata nel dal presidente del consiglio d'amministrazione della Krupp, Alfred Hugenberg, e del BUFA Bild- und Film -Amt voluto dal generale Ludendorff, nel da entrambe le parti la necessità di una grande produzione cinematografica tedesca era vista soprattutto come uno strumento di propaganda sia civile sia militare, anzi Ludendorff la considerava un'arma decisiva in vista di un felice esito bellico.

Grazie al Ministero della Guerra, a quello del Tesoro e soprattutto alla Deutsche Bank, nonostante il periodo di grave crisi, vennero acquisite società come la Nordisk e quelle di Messter e Davidson, che furono ingaggiati in qualità di consiglieri tecnici e artistici. In totale controtendenza rispetto alla sconfitta militare e alla fine dell'impero, l'UFA cominciava proprio alla fine della Prima guerra mondiale il suo vittorioso cammino, inscindibile dalla storia del cinema tedesco.

Fu infatti anche grazie a essa che la G. Se la serie di Homunculusper la regia di Otto Rippert, appare un compendio del satanismo neoromantico del periodo, anticipando molti temi successivamente trattati dall'Espressionismo, nello stesso tempo vi era anche chi si prendeva gioco del tutto, buttando il demonismo in parodia come Edmund Edel in Doktor Satansohnfilm interpretato da uno scatenato e digrignante E.

E il grande regista berlinese, pur nell'ambito di trame 'popolari' e di una grassa comicità proletaria, diede già prova della propria classe, per es. Hofer, decadente e fine regista di interieurs borghesi e di storie familiari ma anche di un Sensationsfilm di alta qualità spettacolare come Die schwarze Kugel o Die geheimnisvollen Schwestern,oppure J.

Delmont, in prevalenza autore, invece, di polizieschi all'americana. Senza poi dimenticare, solo per citare pochi titoli, codificazione di progresso di cinema da alcolismo come Die Landstrasse di Paul von Woringen, dove la caccia a un assassino si trasforma in un'indagine fenomenologica su atmosfere e personaggi rurali; oppure la Lulu di Alexander von Antaffly, che non sfigura a paragone con la più tarda versione di Georg Wilhelm Pabst; o infine Die Teufelskirche di Hans Mierendorff, con cui, in un intreccio di sensualità, religione, sogno e delirio collettivo si raggiunge la piena maturità stilistica.

Già negli anni della guerra la G. Il periodo del muto Il suo carattere rivoluzionario non risiedeva tanto nell'aspetto drammaturgico o contenutistico quanto piuttosto in quello visivo: a livello tematico dominava infatti la concezione dell'angoscia intesa come fallimento esistenziale, solo apparentemente simile al concetto di orrore romantico eventualmente le influenze romantiche dell'Espressionismo, più che in Goethe, si possono ritrovare nell'inclinazione alla crudeltà di Schillerma le cui radici affondavano invero nelle leggende popolari mistico-religiose, come quelle del Golem, o, per es.

La vera innovazione espressionista è rintracciabile soprattutto nel rapporto con il profilmico, che si trasformava da analogico in dialettico: il vedere oggettivo e naturalistico veniva sostituito dalla visione interiore, ovvero da una rappresentazione soggettiva in cui le idee o più spesso gli incubi diventavano immagini e si allontanavano sempre di più dal linguaggio verbale.

Dominavano la messa in scena teatrale, la recitazione antinaturalistica, la grafica e soprattutto la scenografia, che per la prima volta assumeva un ruolo autonomo quasi fosse un personaggio "Le décor c'est l'acteur", avrebbe infatti osservato diversi anni dopo André Bazin.

Il film simbolo di questa tendenza fu Das Cabinet des Dr. Caligari ; Dott. Calligari, noto anche come Il gabinetto del dottor Caligari di Robert Wiene : grazie alla partecipazione di eminenti artisti del gruppo Der Sturm, alle scenografie, dipinte quasi fossero quinte, alla sceneggiatura di Carl Mayerall'interpretazione di Werner Krauss e Conrad Veidtal talento dello stesso regista, il film è un perfetto Gesamtkunstwerk, tanto che una parte della critica ha avanzato l'ipotesi che si tratti dell'unica vera opera puramente espressionista.

Sulla scia della 'tendenza espressionista', intesa soprattutto nel suo significato più profondo e innovativo di ricreazione soggettiva della realtà, si affermarono alcuni registi, peraltro già attivi codificazione di progresso di cinema da alcolismo il periodo bellico, che elaborarono in maniera originale questo nuovo Zeitgeist con un discreto successo di pubblico, a riprova che il fenomeno non era solo culturale ma anche in parte commerciale. Fu il caso dello scenografo e regista Paul Leni a cui si devono preziosi impulsi nell'elaborazione pittorica dell'immagine, di Lupu Pickl'iniziatore con C.

Mayer del Kammerspielfilm codificazione di progresso di cinema da alcolismo, di Karl Grune o dello stesso Wiene. Parallelamente si assisteva all'affermazione di quelli che furono, accanto a Lubitsch, i due maggiori autori dell'epoca, ovvero Fritz Lang e Friedrich Wilhelm Murnau : si tratta di personalità artistiche complesse, in cui la spinta espressionista è elaborata in maniera del tutto autonoma e originale, all'interno di un percorso cinematografico già iniziato negli anni della guerra.

Il viennese Lang, prima scenografo e successivamente sceneggiatore per J. Attore uscito come tanti dall'inesauribile fucina di M. Reinhardt, F. Un tema che sarebbe stato ripreso dal Kammerspiel Der letzte Mann ; L'ultima risatainterpretato da Emil Jannings e considerato da molti il suo capolavoro, dramma sociale sull'esistenza del singolo, con risvolti romanticamente polemici contro la nascente società capitalista e caratterizzato da uno straordinario e dinamico uso della entfesselte Kamera codificazione di progresso di cinema da alcolismo Karl Freunduna performance che si sarebbe ripetuta in un altro celebre esempio di mobilità onnivora della macchina da presa, Varieté di Ewald André Dupont.

L'Espressionismo fu solo una tendenza del cinema tedesco, certo la più famosa, ma per lo più la produzione, che stava assumendo ritmi vertiginosi anche a causa dell'inflazione film nel ; pur sempre nelera dominata da film di genere, di intrattenimento. In realtà già nel era iniziato a uscire Es werde Licht! Oswald sui gravi pericoli della sifilide e sotto l'egida della Deutsche Gesellschaft zur Bekämpfung der Geschlechtskrankheiten che, dato il successo, ebbe tre seguiti, aprendo la porta al genere.

Nel fenomeno, che curiosamente anticipa la serie di Helga come anche il soft-porno degli anni Sessanta, si mischiano insieme ansie libertarie per es.

Oswald, con Conrad Veidtveri o presunti aspetti didattico-medici e soprattutto cupidigie e speculazioni mercantili. Tra i generi più popolari dell'epoca si trovano i Serienfilme, film polizieschi a episodi sulla scia dei francesi Fantômas e Les vampires, già in voga prima della guerra, che ripetono lo schema dei feuilleton a puntate, oltre a produzioni di carattere esotico, con le quali venivano soddisfatti sogni ormai perduti di espansionismo coloniale e fantasie di terre lontane, o codificazione di progresso di cinema da alcolismo drammi storici ispirati ai kolossal italiani come Cabiria Ne fu maestro indiscusso E.

Reinhardt o di Ernst Toller. Sullo stesso piano si mosse il regista J. May che ebbe il merito non solo di esplorare il feuilleton in tutte le sue potenzialità ma anche di tenere a battesimo, nella sua casa di produzione, personalità come F. Lang e P. Allontanati i fantasmi della guerra, prevalse il sentimento della ricostruzione e del rilancio della G. Codificazione di progresso di cinema da alcolismo grande città, nella fattispecie Berlino, rappresentava lo scenario di una realtà ambigua e contraddittoria che da una parte vedeva con orrore l'ipotesi dell'uomo schiavo della macchina-moloch e del lavoro estraniante come in Metropolis di F.

Lange dall'altra assurgeva a simbolo dei Roaring Twenties, del divertimento sfrenato. Nell'animo di molti elettori tedeschi, tuttavia, sembrava sempre presente una generale insoddisfazione nei confronti della situazione politica che presto avrebbe portato al successo del Partito nazionalsocialista.

In questo clima modernista la seconda metà degli anni Venti fu sostanzialmente dominata dalla corrente della Neue Sachlichkeit, la Nuova oggettività e dalla nascita del 'cinema proletario' a essa in qualche modo correlato: v. Neue Sachlichkeit che ebbe il merito di approfondire, in nome di un impegno sociale anche se talvolta presuntole trasformazioni economiche e culturali della Stabilisierungszeit.

Il maggior rappresentante ma anche il meno tipico di questa tendenza fu G. Die Sinfonie der Grossstadt Parallelamente proseguiva il cammino della Unterhaltungsproduktion, produzione d'intrattenimento che esibiva un nuovo filone, tutto o quasi tedesco, quello dei Bergfilme, melodrammi o commedie ambientate sulle montagne, in cui si distinsero il lavoro di regia di Arnold Fanck e le interpretazioni di Leni Riefenstahl e Luis Trenkerentrambi destinati a diventare registi di successo sotto il regime nazista.

Pabst, propongono senza grandi variazioni un intreccio tra il romanzesco e l'avventuroso ma contengono straordinarie immagini naturalistiche assoluta novità per un cinema in cui quasi tutto veniva girato in studio e che aveva una spiccata tendenza per l'ambientazione in interniinserite in un più ampio discorso di riflessione sull'uomo e la natura.

Un cenno allora al documentario, che in G. Pionieri di questo documentarismo didattico-scientifico furono Ulrich K. Kracauer, trad. Tuttavia, salvo casi molto rari, il genere soffriva di un'eccessiva specializzazione dei temi trattati, rovescio della medaglia di quella "incredibile indifferenza per i problemi umani" stigmatizzata da Kracauer.

Solo agli inizi degli anni Sessanta il documentarismo tedesco, sia a Est sia a Ovest, avrebbe trovato nuove e più innovative strade. A farne le spese fu per es. Lang, che dopo Frau im Mond ; Una donna nella Luna sarebbe passato, fino alla sua forzata emigrazione nelalla produzione 'indipendente'.

Dal sonoro a Hitler: L'epocale ristrutturazione, che aveva visto i tedeschi tra i pionieri del sonoro ottico con il sistema Tri-Ergon al risale il primo tentativo pubblicoera produttiva ed estetica insieme: se sopravviveva l'ipotesi di realizzare opere che fossero allo stesso tempo commerciali e di prestigio, tramontava comunque e in maniera definitiva l'idea del codificazione di progresso di cinema da alcolismo come arte elitaria essendo i costi di produzione diventati troppo alti e tendendo il film ancor di più a livellarsi industrialmente.

Proliferavano allora i film di genere, tra cui il musical o meglio la Tonfilm-Operette, che, grazie all'avvento del suono, rappresentavano la grande novità del periodo. Un'altra scoperta del sonoro fu il film patriottico, di cui sono validi esempi Die letzte Kompagnie ; L'ultima compagniafilm di Curtis Bernhardt di ambientazione prussiana, Der Rebellopera di Bernhardt e L.

Trenker sulla lotta di indipendenza dei tirolesi contro Napoleone, o il dramma sottomarino Morgenrot ; L'inferno dei mari di Gustav Ucicky : ancora lontani dall'essere puri film di propaganda per codificazione di progresso di cinema da alcolismo riarmo, essi lanciano dei messaggi ambivalenti, in quanto la guerra viene vista come un destino indiscutibile mentre il sentimento nazionalista convive con toni malinconici e una velata pulsione di morte. L'UFA, tuttavia, grazie anche al rientro di E.

Codificazione di progresso di cinema da alcolismo produzione più anticonformista ma nello stesso tempo più interessante e originale sopravvisse con il sostegno di case cinematografiche indipendenti come la Nero-Film di ispirazione democratico-borghese, la comunista Prometheus o altre imprese di Monaco.

All'interno di queste nicchie si venne affermando una nouvelle vague di giovani artisti, il cui primo straordinario esempio fu Menschen am Sonntagper codificazione di progresso di cinema da alcolismo regia di Robert Siodmakfrutto del collettivo Filmstudiodi cui faceva parte un gruppo di sconosciuti esordienti poi affermatisi a Hollywood, tra cui Billy WilderFred Zinnemann ed Edgar G. Siodmak in seguito avrebbe confermato il suo grande talento e la sua capacità di utilizzare il sonoro in maniera originale con Abschied o Voruntersuchung ; Istruttoria.

Nel frattempo si affermava anche il giovane Max Ophulsche prima del suo grande successo Liebelei ; Amanti follifilm permeato da una magica atmosfera di leggerezza schnitzleriana, con Die verkaufte Braut ; La sposa venduta aveva rinnovato con grande originalità la formula della Tonfilm-Operette.

Sul piano di una forte attenzione politica, sia per forma sia per contenuto, si posero le opere di Piel Jutzi o di Carl Junghans v.

Neue Sachlichkeit che affrontano temi legati alle ingiustizie della società capitalistica come disoccupazione, suicidio, prostituzione.

E non mancarono, in un'ultima grande esplosione artistica, alcuni capolavori dei grandi registi dell'epoca: codificazione di progresso di cinema da alcolismo il caso di Lang, che con M e Das Testament des Dr. Mabuse sviluppa un percorso in cui si fa più forte l'aspetto ideologico, anche se è eccessivo rintracciarvi segnali o premonizioni dell'orrore delle vicende storiche posteriori. Il delizioso Emil und die Detektive ; La terribile armata, sceneggiato da B. Wilder dal romanzo di E.

Kästner di Gerhard Lamprecht e il film protofemminista di Leontine Sagan Mädchen in Uniform, ; Ragazze in uniforme, supervisione di Carl Froelich furono gli ultimi grandi esempi di un cinema tedesco libero e creativo.

Sono questi i principali nomi dei circa Filmemigranten obbligati a lasciare nel corso degli anni Trenta la G. Con la presa del potere nel gennaio delsi assistette, infatti, a un rapido processo di conquista di tutti i settori dello Stato da parte del regime nazista.

Con la creazione del Ministero per la cultura e la propaganda, sotto la direzione di Joseph Goebbels, si assistette oltre all'esodo volontario dal Paese all'epurazione dell'ambiente cinematografico, quindi alla fondazione di una Reichsfilmkammer, corporazione pubblico-giuridica, l'iscrizione alla quale garantiva la possibilità di esercitare la professione in ambito culturale e quindi richiedeva l'implicita adesione all'ideologia nazionalsocialista.

Fu codificazione di progresso di cinema da alcolismo una fortissima e capillare azione di censura, soprattutto a livello preventivo, e accanto a questa venne introdotta la Prädikatisierung, sorta di classificazione statuale che premiava, anche mediante agevolazioni fiscali, le opere il cui contenuto fosse più esplicitamente legato ai dettami ufficiali del regime. Anche la funzione di una libera critica cinematografica venne codificazione di progresso di cinema da alcolismo a favore dell'idea del semplice "racconto del fenomeno artistico" o della "critica costruttiva" cioè addomesticata.

Sull'utilizzo del cinema come strumento di propaganda esistono contemporanee dichiarazioni di Hitler e di Goebbels piuttosto contraddittorie: mentre il dittatore affermava la necessità di separare i concetti di arte e politica nel film, il ministro si schierava come Luigi Freddi nell'Italia fascista a favore di un'idea di propaganda che operasse in maniera impercettibile, penetrando nella vita quotidiana.

In generale l'idea dell'arte nel Terzo Reich rimase legata a un naturalismo tra lo stilizzato e l'illustrativo, che esprime una realtà consolidata o meglio semplificata il Führer amava ripetere: "tedeschi vuol dire essere chiari"codificazione di progresso di cinema da alcolismo la presenza dello Stato è insita nei rapporti sociali e culturali.

In ambito cinematografico questa tendenza si manifestava attraverso il Tendenzfilm, ovvero l'applicazione, nei più popolari e collaudati film di genere, di una semplificazione estrema del tessuto narrativo.

È la cosiddetta Schwarzweissdramaturgie, un esasperato manicheismo che contrappone l'eroe tedesco, militare o civile, al nemico del popolo, con l'immancabile vittoria del primo sul secondo. Lo sfondo di queste vicende è spesso una G. Nonostante la comune tematica di esaltazione del martirio in nome degli ideali di partito e lo schematico manicheismo, il primo film della trilogia si distingue se non altro per qualità stilistica, in quanto Steinhoff appare ancora debitore del 'cinema proletario', a partire dalla figura di Heinrich George nella parte del padre comunista.

Scomparso, ma solo in apparenza, dallo Spielfilm, il presente nazionalsocialista imperava, invece, nella Wochenschau, il cinegiornale, anch'esso oggetto di un'accurata attenzione manipolatoria, oppure sotto forma di documentario, il cui apice è costituito da Triumph des Willens ; Il trionfo della volontà di L.